La prima filiera italiana dell'Eucalipto Bio

Zenzero: usi, ricette e proprietà

Bello in Giardino: le caratteristiche dello zenzero

Lo Zenzero è la radice della pianta Zingiber officinalis, pianta erbacea perenne originaria dell’Asia, oggi coltivata diffusamente in quasi tutti i paesi tropicali e subtropicali. Cina e India sono i maggiori produttori di ginger. Viene coltivata come pianta medicinale e terapeutiche fin da tempi remotissimi.

Buono in Cucina: come utilizzare lo zenzero nelle ricette

I germogli, le foglie e le infiorescenze dello zenzero vengono consumati crudi o cotti.
In cucina lo zenzero si abbina con carne e cacciagione e pesce, crostacei e per preparare dolci secchi; si usa per aromatizzare bevande (ginger), salse (curry).
Proprietà terapeutiche: stomachiche, carminative, tonico-stimolanti, antisettiche; vitaminizzanti (ha un alto contenuto in vitamina C).

Prezioso per la Salute: le proprietà benefiche dello zenzero

Lo zenzero sembra una radice poco attraente, ma cela tra i suoi tessuti una miriade di elementi nutritivi. A una base di carboidrati, proteine e amminoacidi, si intreccia una flora di sali minerali, come il calcio, il fosforo, il manganese, il potassio, il magnesio, il ferro e lo zinco. E poi ci sono diverse vitamine, sia del gruppo B che la vitamina E.

L’origine di questa “radice non-radice” ci rivela la più famosa proprietà attribuita allo zenzero: le popolazioni asiatiche che per prima ne hanno apprezzato i benefici, lo hanno utilizzato per secoli contro influenze e raffreddori, grazie alle proprietà antisettiche e antiinfiammatorie.

Dalle nostre parti, il suo successo iniziale invece è associato alle decantate proprietà digestive. Un ruolo “depurativo” con effetti persino curativi: vale contro la nausea, contro le gastriti e le ulcere all’intestino.

 

Immagine

https://www.oligea.it/prodotto/alimenti-bio/tisane/tisana-biologica-caldo-abbraccio-sacchetto/

Tisana Biologica Digestiva – Sacchetto

RICETTA con lo zenzero

Salmone gratinato allo zenzero

Ingredienti per 4 persone:

  • 800 grammi di salmone filetto
  • 1/2 litro brodo vegetale
  • 2 cucchiai pane grattugiato
  • 3 cipollotti
  • 2 lime
  • q.b. zenzero
  • q.b. olio extravergine d’oliva

Procedimento:

1) Elimina le lische dal salmone con l’apposita pinzetta, riducilo in 4 trancetti e taglia ciascuno a metà. Porta il brodo vegetale a leggera ebollizione in una casseruola larga e bassa, unisci i trancetti di salmone e scottali per 2-3 minuti.

2) Scola i trancetti di salmone con una schiumarola e lasciali raffreddare. Tieni da parte un mestolo del brodo di cottura. Elimina la pelle e disponili in una teglia rivestita con carta da forno.

3) Sbuccia lo zenzero e grattugialo, monda i cipollotti e frulla i due ingredienti nel mixer con il pangrattato e una presa di sale fino a ottenere una pasta densa.

4) Spalma il trito ottenuto sui filetti di pesce, versavi intorno il brodo di cottura tenuto da parte e cuocili sotto il grill del forno per 5-6 minuti.

5) Servi il salmone gratinato allo zenzero con spicchi di lime e un filo di olio.

 

salmone-gratinato-al-forno-eccellenzagusto

Per ricevere news, curiosità, approfondimenti sul mondo biologico alimentare e cosmetico di Oligea iscriviti alla nostra Newsletter