La prima filiera italiana dell'Eucalipto Bio

Mela: usi, ricette e proprietà

Mela

Mela: usi, ricette e proprietà. La mela non è un frutto… è un “falso frutto”. E’ sì, sembra strano ma in realtà secondo la definizione scientifica il frutto è rappresentato dalla trasformazione dell’ovario che nel caso della mela è il torsolo, mentre la parte commestibile è il ricettacolo. A parte questo, la mela è buonissima e fa benissimo, si sa. Agisce positivamente sul colesterolo e costituisce un valido alleato anche per combattere gli odiati chili di troppo.

Bella in Giardino: le caratteristiche della mela

La mela, dal latino malum, è il falso frutto del melo. Il melo ha origine in Asia centrale e l’evoluzione dei meli botanici risalirebbe al Neolitico. La specie è presente in Italia nominalmente con circa 2000 varietà, ma la definizione più precisa è difficile data la sovrapposizione storica delle denominazioni, e le specie estinte o irreperibili. Il termine “mela” deriva dal latino melum, o malum, e, a sua volta, dal greco antico mêlon; la radice del termine potrebbe ricongiungersi all’indoeuropeo Mal– dal significato di “essere molle”, “dolce” e avere così un legame con “malva” e “miele”.

Buona in Cucina: come utilizzare la mela nelle ricette

La mela è da sempre, e in tutto il mondo, proprio per la sua reperibilità e il suo sapore delicato, un ingrediente base di molte ricette, sia dolci e che salate. Dalle cucine del Regno Unito, dove è diventata la regina del crumble di mele fino all’hotel di lusso newyorchese Waldorf- Astoria, dove venne creata una celebre e raffinata insalate di mele, passando per i piatti delle feste danesi e i dolci cinesi.

Preziosa per la Salute: le proprietà benefiche della mela

La mela è un alimento che contribuisce al buon mantenimento dello stato di salute. Agisce positivamente, ad esempio, sul colesterolo, ma costituisce un valido alleato anche per combattere gli odiati chili di troppo. Tutto ciò, ovviamente, a patto che le mele siano inserite in un piano dietetico non dico rigoroso, ma comunque attento e rispettoso della salute del buongustaio.

Iniziamo col dire che al pari della verdura e di alcuni tipi di frutta, la mela è un alimento ideale per iniziare un pasto. Se mentre siamo impegnati nella preparazione di laboriose portate culinarie veniamo colti da un’irresistibile appetito, sgranocchiare una mela è la soluzione migliore. Consumare uno di questi frutti prima dei tre pasti principali aiuta infatti a calmare anche l’appetito più vorace, meglio ancora se lo si associa ad un bel bicchiere di acqua.

 

Mela

La Ricetta con le mele

Torta di mele e carote

Ingredienti per una tortiera del diametro di 22 cm:
 
  • Mele verdi 2
  • Carote grattugiate 100 g
  • Zucchero 300 g
  • Farina 00 325 g
  • Latte intero 225 g
  • Olio di semi 80 g
  • Uova 2
  • Lievito in polvere per dolci 16 g
  • Cannella in polvere 1 cucchiaino
  • Sale fino 1 pizzico

 

PER DECORARE

  • Mele rossa 1
  • Carote 1
  • Cannella in stecche 1

Procedimento:

Per preparare la torta di mele e carote, iniziate a preparare l’acqua acidulata che servirà per non far annerire le mele una volta che le avrete tagliate: spremete il succo di 1 limone, filtratelo, quindi versatelo in un due ciotole con dell’acqua fredda. Lavate sotto acqua fresca corrente le mele verdi e poi sbucciatele; tagliate una mela in quarti ed eliminate il torsolo centrale con un leva torsoli.

Riducete la mela a dadini, ponendoli nella ciotola con acqua e limone a mano a mano che li tagliate, e poi prendete la seconda mela, tagliatela a lamelle, mettendole sempre in acqua e limone.

Lavate e spelate le carote, quindi grattugiatele e mettete da parte. In un mixer ponete la farina setacciata insieme al lievito e poi aggiungete il pizzico di sale.

Versate lo zucchero, la cannella in polvere e il latte a filo, quindi azionate il mixer fino ad ottenere un composto denso e omogeneo

In una ciotolina a parte separate i tuorli dagli albumi, tenendo da parte questi ultimi; sbattete i tuorli con uno sbattitore elettrico e aggiungeteli al composto che avete ottenuto insieme alla carota grattugiata.

Aggiungete i dadini di mele ben scolati dall’acqua acidulata e poi l’olio a filo, mescolando bene con una spatola per amalgamare tutti gli ingredienti. In una ciotola a parte montate con uno sbattitore elettrico o con le fruste a mano gli albumi che avete conservato; quando gli albumi saranno diventati bianchi e spumosi, uniteli al composto mescolando con la spatola dal basso verso l’altro. A questo punto imburrate e foderate con carta da forno una tortiera del diametro di 22 cm e poi ricoprite tutta la base con le mele tagliate a lamelle (ben scolate dall’acqua e limone) una accanto all’altra, coprendo tutta la superficie in maniera uniforme. Una volta terminato, versate delicatamente il composto.

Livellate bene l’impasto con l’aiuto di una spatola e poi fate cuocere in forno statico preriscaldato a 170° per 60 minuti (o 150° per 50 minuti se forno ventilato): se la superficie della torta dovesse scurirsi troppo, a metà cottura coprite la torta con della carta forno o alluminio. Una volta cotto, sfornatela e lasciatela riposare dentro lo stampo per 5 minuti; successivamente sformatela e ponetela su una gratella per farla raffreddare completamente. Ora potete procedere alla decorazione: lavate sotto acqua fresca corrente la mela rossa, tagliatela a metà senza sbucciarla e poi a fettine.

Una volta tagliata la mela, prendete la carota e con una pelapatate fate delle fettine molto sottili. Quando la torta si sarà raffreddata completamente decorate a piacere con le fettine di mela rossa, con la carota e con la stecca di cannella. Infine servite e gustate la torta di mele e carote.

 

torta mele e carote

Per ricevere news, curiosità, approfondimenti sul mondo biologico alimentare e cosmetico di Oligea iscriviti alla nostra Newsletter