La prima filiera italiana dell'Eucalipto Bio

Ibisco: usi, ricette e proprietà

Bello in Giardino: le caratteristiche dell’Ibisco

Ibisco, scientificamente, e similmente Hibiscus, appartiene al genere delle Malvaceae e non indica una sola pianta bensì circa 300. Tra piccoli alberi, arbusti e piante erbacee, sono così numerose le varietà che con questo nome ci regalano fiori quasi sempre meravigliosi.

Gli Hibiscus sono piante da coltivare in posizioni soleggiate e calde, sufficientemente umide. Non sono esigenti per il tipo di terreno, basta che sia fertile e fresco, poi c’è l’Hibiscus syriacus che, temerario, resiste bene anche a periodi di siccità e al freddo ma richiede frequenti potature per restare cespuglio. Anche prima dell’inverno è consigliata una potatura per dare vigore alla pianta. Fatti i fiori, l’Ibisco produce i frutti, molto meno belli: grosse capsule semilegnose, ovali, con dentro però preziosi semi.

Varia la fattibilità da specie a specie ma l’ibisco può essere coltivato in vaso, però va rinvasato ogni 2-4 anni e concimato con un fertilizzante che sia ricco di potassio, per favorire la fioritura. Assicuriamogli anche annaffiature abbondanti e regolari d’estate ma diradate d’inverno.

 

Buono in Cucina: come utilizzare l’ibisco nelle ricette

La consistenza del fiore di Ibisco è croccante e delicata al tempo stesso, il sapore ricorda quello dell’amarena, del lampone e del rabarbaro mentre il suo profumo è paragonabile a quello della barbabietola, il che lo rende un ingrediente particolarmente versatile e adatto a preparazioni di ogni genere.

 

Prezioso per la Salute: le proprietà benefiche dell’ibisco

Sono note le proprietà farmacologiche dell’Ibisco da tempo: è antisettico, astringente, emolliente, digestivo, diuretico, purgativo, refrigerante, calmante, stomachico e tonico. Non c’è nulla da scartare, tutte le parti della pianta sono utili. Le foglie sono emollienti, diuretiche, refrigeranti e sedative, mentre i petali, i semi ed i calici maturi presentano le proprietà diuretiche e contro lo scorbuto come lo sono anche i frutti. Le radici, invece, molto amare, hanno notevoli qualità emollienti e fanno passare la tosse.

I fiori dell’ibisco fanno bene ai capelli in forma di shampoo, il loro estratto, poi, è alla base di cure contro disordini del fegato, alta pressione sanguigna.

 

Immagine

Tisana Biologica Caldo Abbraccio – Sacchetto

Tisana Biologica Allegria di Frutti – Sacchetto

RICETTA CON IBISCO

Panna cotta con salsa all’ibisco

Ingredienti x 6 persone:

  • 500 ml Latte
  • 250 ml Panna
  • 90 g zucchero di canna
  • 1 Scorza d’arancia
  • 20 g Fiori d’Ibisco
  • 2 cucchiaio Malto di riso
  • 1 bacca Vaniglia
  • 1 cucchiaino Agar agar
  • 2 cucchiaio Sciroppo di datteri

Procedimento:

  1. Riunite in una pentola il latte, la panna, l’agar agar, lo zucchero di canna, la bacca di vaniglia aperta, la scorza dell’arancia e portate a bollore. Proseguite a fuoco basso per 5 minuti finché tutto l’agar agar non sarà sciolto. Filtrate il composto col colino fine. Quando sarà tiepido, distribuitelo negli stampi da crème caramel e sistematelo in frigorifero per almeno 2 ore.
  2. Versate in un pentolino 300 ml di acqua e l’ibisco. Fate sobbollire per 5 minuti, quindi filtrate l’infusione, unite il concentrato di dattero o il malto e fate addensare su fuoco minimo per non più di un minuto, in modo che la salsa rimanga fluida.
  3. Sformate le panne cotte ben rassodate direttamente nei piattini da dessert. Prima di servirle irroratele con la salsa di ibisco tiepida o calda.

20112F092Fpannacottaibisco-1